Laghi

Case al lago, quanto costano le utenze?

Casa al lago

Acquistare una casa al lago è il sogno di molti, ma oltre al costo dell’immobile, è importante considerare anche le spese correnti, in particolare il costo delle utenze. Il bilancio per l’elettricità, l’acqua, il gas e altri servizi essenziali può variare notevolmente a seconda di diversi fattori.

Località e accessibilità

Il costo delle utenze è fortemente influenzato dalla località della casa al lago. Le aree remote potrebbero avere tariffe più elevate a causa delle difficoltà logistiche nel fornire i servizi. Inoltre, alcune case al lago potrebbero non avere accesso all’acquedotto comunale e potrebbero dover dipendere da pozzi privati, che comportano costi di manutenzione e purificazione dell’acqua.

Elettricità: dipendenza stagionale e isolamento

Le case al lago spesso fanno un uso intensivo dell’elettricità, soprattutto se utilizzate come residenze estive, con condizionatori in funzione e un maggior numero di ospiti. In inverno, se la casa è utilizzata come rifugio per le vacanze, il riscaldamento può rappresentare un costo significativo, specialmente se l’isolamento non è ottimale. Installare pannelli solari o sistemi di riscaldamento alternativi potrebbe comportare un esborso iniziale elevato, ma può ridurre la dipendenza dalla rete elettrica tradizionale e i costi a lungo termine. Per risparmiare su queste utenze, cercare delle offerte luce per la seconda casa – può sorprendere, ma ce ne sono di dedicate – può essere una valida soluzione.

Acqua e servizi igienici

Le abitazioni lacustri possono essere soggette a tariffe maggiorate per l’acqua, specie se situate in zone a rischio di siccità o se l’immobile è dotato di ampie aree verdi che richiedono irrigazione. Alcune case più lussuose dispongono di piscine e jacuzzi, che incrementano notevolmente il consumo di acqua.

Gas e riscaldamento

Il gas naturale, se disponibile, è spesso utilizzato per il riscaldamento e la cucina. In assenza di collegamenti alla rete del gas cittadina, i proprietari possono dover ricorrere a bombole di propano o sistemi di riscaldamento alternativi, come stufe a pellet o pompe di calore, che possono influire sia sui costi iniziali che su quelli operativi.

Internet e telecomunicazioni

Con l’avanzare della digitalizzazione, una connessione internet veloce è diventata una necessità anche nelle case vacanza. In alcune zone, tuttavia, la connettività può essere limitata, portando a tariffe più alte o alla necessità di installare antenne satellitari.

Spazzatura e riciclaggio

Il servizio di raccolta rifiuti in aree meno densamente popolate può essere meno frequente e più costoso. È importante informarsi sui servizi disponibili e sui relativi costi, soprattutto se si prevede di generare un volume significativo di rifiuti, ad esempio durante periodi di alta affluenza di ospiti o festività.

Impatto delle seconde case sulle utenze

Le seconde case, che spesso rimangono inutilizzate per lunghi periodi dell’anno, possono beneficiare di tariffe ridotte o di piani tariffari speciali offerti da alcuni fornitori. È consigliabile indagare su queste opzioni per evitare di pagare tariffe standard per un utilizzo non continuativo.

Gestione e manutenzione

Gestire le utenze di una seconda casa richiede un impegno costante. L’installazione di sistemi di monitoraggio a distanza, come i termostati intelligenti o i contatori di consumo elettronico, può aiutare a tenere sotto controllo i consumi e ad intervenire rapidamente in caso di anomalie, evitando sprechi e costi inaspettati.

Potrebbe anche interessarti...